Come sta cambiando il cinema? Trend e sviluppi - Creostudios

Come sta cambiando il cinema? Trend e sviluppi

scopri di più
Blog 29.10.2020

Il cinema è morto, eppure è più vivo che mai.  

I 4 mesi di lockdown dovuti alla pandemia di Coronavirus rischiano di dare il colpo di grazia a un settore che negli ultimi dieci anni ha registrato un trend stabile, se non in leggera crescita, con circa 100 milioni di spettatori ogni anno e incassi che si attestano sui 635 milioni di euro nel 2019. Nonostante la riapertura delle sale durante i mesi estivi nel 2020, i timori del pubblico e il dimezzamento dei posti a sedere hanno causato a luglio un calo degli incassi del 98% rispetto all’anno precedente; un dato che indica come il 2020 possa essere di gran lunga l’anno peggiore per il grande schermo dal dopoguerra.

Le opportunità dello streaming


Nonostante una situazione apparentemente tragica, il canto del cigno per il cinema non arriverà molto presto.   Netflix, Prime Video, Disney+, Apple TV: i servizi streaming, che prima potevano rappresentare una spina nel fianco per le sale, diventano ora un’incredibile opportunità non solo per salvare il settore nel suo periodo più difficile, ma per dare nuove prospettive e nuovi canali di crescita alla produzione cinematografica. In una direzione analoga a quella delle piattaforme e-commerce per i prodotti, i servizi di streaming video hanno rappresentato un vero punto di svolta per i contenuti video, cambiando le modalità di consumo e di creazione dei contenuti e allargando a dismisura le potenzialità del mercato. Ora l’utente può fruire di un catalogo sterminato di film, serie tv e documentari in ogni momento del giorno e su diversi dispositivi e ha la possibilità, prima negata, di decidere cosa guardare.


Le nuove tecnologie per il cinema


Questo ha naturalmente cambiato anche le modalità con cui si producono i contenuti. Se prima, per esempio, una serie televisiva veniva trasmessa a cadenza settimanale, adesso è possibile vedere tutte le puntate di una stagione, che diventa ora un film “allungato” e mai interrotto dalla pubblicità.   Alla rivoluzione del cinema contribuiscono anche nuove tecnologie: il Machine Learning viene utilizzato dalle piattaforme streaming per analizzare il contenuto preferito dell’utenza e personalizzare l’offerta per ogni singolo consumatore, andando anche a incidere nella scelta delle produzioni future su cui investire, mentre lo sviluppo delle tecnologie 3D e della CGI ha permesso di creare effetti speciali sempre più realistici.  


Un futuro roseo


Se, quindi, il cinema vive un momento di enorme difficoltà oggi, le prospettive per il futuro sono rosee. La possibilità di offrire contenuti nuovi, innovativi e su diversi canali rappresenta un’opportunità di crescita del settore senza precedenti per i prossimi anni, anche in vista della riapertura stabile delle sale.   Soprattutto, se è vero che il cinema ha visto negli ultimi anni grandi trasformazioni, non è cambiata la passione per le storie che ci emozionano e che ci fanno immedesimare nei protagonisti di un film o di una serie tv: motivo per cui il cinema, oggi come ieri, è più vivo che mai.